L’allergia al NICHEL è sicuramente la più diffusa tra le allergie scatenate dai metalli pesanti. Ad oggi le donne risultano essere i soggetti più colpiti, ma in entrambi i sessi questa allergia è molto diffusa e i soggetti sensibili sono in continuo aumento. Cioè parliamo di Sindrome da Allergia Sistemica al Nichel (SNAS), ma come detto prima ad oggi non è l’unica allergia scatenata dai metalli pesanti. Effettivamente sono meno conosciute e diffuse, ma esistono anche le allergie ad altri metalli pesanti come ALLUMINIO, COBALTO, CROMO, PALLADIO e MERCURIO che provocano reazioni allergiche al solo contatto con oggetti che li contengono al loro interno oppure in caso di consumo di cibi che li contengono naturalmente o che ne sono contaminati.

Sintomi Allergie ai Metalli Pesanti

Ovviamente i sintomi variano da persona a persona e dipendono anche dal grado di intensità dell’allergia stessa, i più comuni sono Arrossamento, Prurito, Nausea, Mal di testa, Insonnia, Problemi respiratori, Stanchezza.
Ricordate che le allergie ai metalli pesanti sono allergie da accumulo che possono anche manifestarsi in età adulta, soprattutto in persone che ne vengono a contatto per motivi professionali. In persone sensibili un forte accumulo di metalli pesanti può portare allo scatenarsi di REAZIONI ALLERGICHE causate anche da un contatto con una minima quantità di metallo, altre persone invece presentano livelli di tolleranza più alti.
I metalli pesanti sono elementi chimici presenti in natura che entrano nella composizione di molti prodotti anche se in microscopiche concentrazioni e quando la loro presenza nelle cellule supera una certa soglia l’organismo non riesce più a smaltirli con i meccanismi di depurazione.

Effetti negativi dei Metalli pesanti

Gli EFFETTI NEGATIVI sul nostro organismo dovuti ad esposizione eccessiva e prolungata ai METALLI PESANTI possono essere diversi: disfunzioni dei reni, danni al sistema scheletrico, malattie muscolari, problemi alla circolazione.
L’alimentazione non è l’unica fonte, tracce di metalli pesanti si trovano anche in carburanti, fertilizzanti, pentole, giocattoli, tessuti, cosmetici, deodoranti e farmaci che non rispettano le norme
di sicurezza UE.
E’ fondamentale fare il possibile per ridurre le occasioni di contatto con le sostanze e gli oggetti che contengono metalli pesanti, per questo vi consigliamo di utilizzare per quel che ci riguarda prodotti di origine europea o addirittura di origine italiana, che vengono prodotti con standard di qualità elevati. E’ ancor meglio scegliere prodotti naturali e che non contengono al loro interno siliconi e derivati del petrolio.

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO CONDIVIDILO CON GLI AMICI DI FACEBOOK